Bio

Silvia Capuzzo è nata a Merano (BZ) l’8 novembre 1996.

Mostre e Premi

2019

XIV Premio Nazionale delle Arti, Torino

Surprize, Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro (1° premio)

Silvia Capuzzo eredita in parte i connotati di certa pittura degli anni novanta, frullando scorie di febbrili memorie infantili con grumi dell’immaginario mediatico attuale. Ne risulta un equilibrio liquido, dove il gesto viene troncato in un moncherino e i personaggi galleggiano in universi soltanto ipotetici. L’artista meranese illustra bizzarre narrazioni che mancano di una vera trama, in cui i fatti siano disposti con rigorosa consequenzialità: l’attenzione è mirata a evocare atmosfere, a ideare eventi al limite del fantastico dove il pensiero è sempre interrotto, distratto, dal linguaggio stesso. Pere e piccioni, superfici e oggetti che si confondono: la prospettiva esasperata della pittrice che altera il punto di vista dei suoi figli.